Osservando un Team Building

Osservando un Team Building

Il Team Building, secondo la definizione di Wikipedia, costituisce un insieme di attività formative, variamente definite come team game, team experience, team wellbeing (ludiche, esperienziali o di benessere), il cui scopo è la formazione di un gruppo di persone.

Ma è molto di più.

Un gruppo di persone che condivide un obiettivo comune può raggiungere l’impossibile.

Ho avuto il piacere di organizzare e assistere a diversi Team Building negli anni e devo dire che hanno sempre un certo fascino.

È bello vedere come, durante questi momenti, tutto il Team aziendale, dal CEO al ragazzo che si occupa del Customer Care, dal contabile al dirigente, diventa un gruppo coeso di persone che insieme riescono a divertirsi, imparare, aprirsi e conoscersi.

Le attività di Team Building sono pensate per:

  • facilitare la comunicazione
  • stimolare la creatività
  • far emergere la leadership
  • educare alla delega ed al lavoro per obiettivi
  • sviluppare l’empatia e l’ascolto
  • veicolare vision, mission e valori aziendali
  • valutare il potenziale e le attitudini
  • avvicinare management e personale operativo

Io da osservatrice esterna ho potuto vedere le dinamiche comportamentali di tutte le persone coinvolte: all’inizio c’è un momento di timidezza generale, ma più passa il tempo, più ognuno si sente a proprio agio e inizia a dare il meglio di sé.

Perché uno degli scopi principali del Team Building è proprio portare il gruppo e i singoli individui a far emergere il meglio di sé.

Ho ascoltato anche diversi feedback che mi sono stati lasciati dopo la fine dell’evento.

In tanti mi hanno detto che questi momenti gli hanno portati a riflettere su se stessi, su cosa possono e vogliono migliorare sia per loro sia a livello lavorativo.

Hanno avuto modo di vedere molte cose sotto una diversa prospettiva e si sono sentiti più maturi e consapevoli del loro ruolo.

Inoltre sono anche riusciti a divertirsi e instaurare rapporti più stretti con i colleghi, fattore che sicuramente porterà risultati migliori per tutti.

Ovviamente è un evento che va organizzato avendo cura di molte, molte cose o si rischia che diventi solamente una perdita di tempo, denaro ed energie.

Richiede uno studio per capire le necessità dell’azienda, a chi rivolgersi, quali attività presentare, la location adatta, gli spostamenti, le prenotazioni… davvero un bel lavoro!

Per queste ragioni se si vuole ottenere il massimo dal Team Building è necessario rivolgersi ad agenzie che sanno esattamente cosa fare.

Dal mio lato, avendo vissuto questo tipo di evento posso dire che crea momenti davvero preziosi per tutti i membri del Team.

E se ancora siete dubbiosi sull’importanza di questi momenti che aiutano a creare un gruppo chiedetevi:

Qual è il suono di una sola mano che applaude?

Niada Argolini
CEO NIKI EVENTS – PR & Media Relations presso Xriba